Visite Fiscali: si ammalano di più i lavoratori Statali rispetto ai Privati, +47,3%

Secondo gli ultimi dati pubblicati dall’INPS in materia di malattia i lavoratori statali rispetto ai colleghi del settore privato si ammalano molto di più, nel corso del 2019 il numero dei certificati del primo trimestre del 2019 risultano in crescita rispetto allo stesso periodo del 2018 sia per il settore privato (+6,8%) che per il settore pubblico (+7,6%).

Sempre secondo il report diffuso dall’INPS nel corso del 2019 sono stati inviati all’INPS 20.159 certificati per malattia, con un aumento rispetto al passato del 47,3% i dati indicano anche un netto aumento delle visite fiscali compiute dai medici dell’INPS, secondo i dati pubblicati dal Polo Unico c’è stato un incremento del numero di visite per il settore pubblico (+33,9%), mentre nel settore privato sono aumentate solo per il 1,9%.

Spulciando i dati pubblicati dall’INPS emerge anche un aumento dei certificati di malattia trasmessi dei giovani al di sotto dei 30 anni nel settore pubblico, i dati raddoppiano poi se paragonati allo stesso periodo di riferimento del 2018.

In base a quanto registrato dalle statistiche dell’INPS, il tasso di idoneità è in leggero calo nel settore privato, mentre è piuttosto stabile in quello pubblico.

Il tasso di idoneità misura il numero di visite con esito idoneità al lavoro rispetto al numero di visite effettuate: nel secondo trimestre del 2019 ogni 100 visite effettuate nel pubblico, 34 risultano con esito di idoneità, contro 18 nel privato.

Per le visite richieste dal datore di lavoro, il tasso di idoneità nel secondo trimestre 2019 per il settore privato è in diminuzione rispetto al trimestre precedente mentre per il settore pubblico è in aumento

Per quanto riguarda le visite d’ufficio, l’andamento del tasso di idoneità risulta in diminuzione sia per il settore privato che per il settore pubblico.